Archeologia

A spasso per la nuova Roma imperiale

Aperta al pubblico l’abitazione privata di Augusto

Finalmente l’occasione per visitare la domus di uno dei personaggi più importanti, famosi e festeggiati in questo 2014. Il princeps Augusto è ancora protagonista a Roma con il suo bimillenario.

Dopo due anni di restauri il 18 settembre riapre al pubblico la casa del primo imperatore sul Palatino. Saranno visitabili non solo le sale di rappresentanza e le biblioteche, ma anche l’abitazione privata di Ottaviano, finemente decorata. Apre inoltre la casa della terza e più amata moglie di Augusto, Livia (separata da quella del marito dal Tempio di Apollo) in cui per la prima volta è visitabile il triclinio.

Le sale hanno subito un restauro lungo anni ma adesso sono state restituite al pubblico grazie alla realizzazione di un tetto a basso impatto visivo.

Sbalorditive le decorazioni che arricchiscono questi gioielli del nostro patrimonio archeologico, per ora visitabili solo su prenotazione: i lavori effettuati, infatti, hanno fatto rinascere numerosi ambienti affrescati, tra cui la “Sala dei paesaggi sacri” e la stupefacente “Sala delle prospettive”.

In quest’occasione è stato ampliato e riqualificato il museo annesso a queste strutture, potenziato di apparecchiature multimediali per aumentare l’appeal della sua collezione di marmi greci.

Nel Foro romano riapre, inoltre, al pubblico l’antico percorso del Vico Iugario attraverso la Basilica Iulia, altro importante monumento augusteo.

Un altro frutto dei recenti restauri che hanno caratterizzato il centro di Roma in questi anni, è il magnifico complesso delle Terme di Diocleziano che finalmente può mostrare i risultati dell’intervento conservativo della fronte della monumentale natatio e delle strutture che di essa rimangono, mentre l’adiacente aula VIII verrà allestita con i grandiosi frammenti architettonici delle terme stesse che saranno esposti al pubblico.

Cinzia Colantoni