NEWS Storia

Nostradamus: il 2023 annus horribilis con una Grande Guerra?

Siamo alla vigilia di una GRANDE GUERRA? La terza guerra mondiale?!

Secondo le teorie di Nostradamus, così come vengono interpretate, il 2023 potrebbe essere per l’umanità un ulteriore annus horribilis. Dopo due anni di pandemia, a causa del diffondersi del virus covid-19, e la recente drammatica guerra in Ucraina nel cuore dell’Europa, per il prossimo anno sarebbe prevista una nefasta profezia di Nostradamus – il noto veggente che, vissuto nel 1500, avrebbe predetto molti accadimenti del futuro riportandoli in un libro-raccolta (Le Profezie) di ermetiche quartine.

Ovviamente, parliamo di suggestive ipotesi, di libere interpretazioni di eventi che potranno verificarsi o meno, per cui non c’è nulla di certo, o meglio di scientifico. Anche se in molti giurano che Nostradamus sia stato a tutti gli effetti un veggente formidabile, in grado di prevedere ed anticipare i grandi eventi della Storia.

Per il 2022 il sensitivo avrebbe predetto una moltitudine di catastrofi, tra cui la stessa pandemia ed una caduta di asteroidi, mentre per il 2023 una Grande Guerra della durata di sette mesi, caratterizzata da fame, fuoco e sangue. Non proprio una previsione che può farci stare tranquilli, dunque!

In particolare si fa riferimento ad una frase riportata nel suo libro di “Profezie”, dove si parla di «fuoco celeste sull’edificio reale». Il testo farebbe presagire ad ordigni nucleari esplosi in cielo. Nelle quartine vengono citate anche le due città francesi di Rouen ed Evreux, che «non cadranno in mano al re», ma non è ben chiaro chi possa essere il re.