Roger Waters cittadino onorario di Anzio – Il Quorum
Musica

Roger Waters cittadino onorario di Anzio

Il padre, Eric Fletcher Waters, sbarcò sulle coste laziali insieme alle truppe britanniche e morì il 18 Febbraio del 1944 alle porte della cittadina

Cosa lega il leggendario fondatore dei Pink Floyd, Roger Waters, con la città di Anzio? Una triste vicenda: quella della morte del padre, Eric Fletcher Waters, avvenuta il 18 Febbraio del 1944 durante la Seconda Guerra Mondiale alle porte della cittadina sul litorale laziale. Solo pochi giorni prima, infatti, l’ufficiale Waters Sr. era sbarcato ad Anzio insieme alle truppe britanniche. Il Consiglio comunale anziate, per celebrare il 70° Anniversario dello Sbarco di Anzio, ha così deciso, con grande orgoglio, di conferire la cittadinanza onoraria a Roger Waters che, nella mattinata di martedì 18 Febbraio, sarà presente nell’aula consiliare di Villa Sarsina per ricevere l’onorificenza. Un atto che sigilla il legame tra la città e il settantenne cantautore polistrumentista inglese, che non ha mai perso occasione per manifestare nella vita e, soprattutto, nella sua lunga carriera artistica il ripudio verso la guerra.

Proprio The Wall, il concept album capolavoro del 1979 dei Pink Floyd, è una creatura di Waters nata dall’angoscia per la morte del padre e trasformata in una delle opere rock più imponenti e spettacolari di tutti i tempi.

Nel 2010, a distanza di vent’anni dal concerto celebrativo per la caduta del Muro di Berlino, Waters è tornato ad eseguire dal vivo lo storico album con il tour The Wall Live, durato tre anni con oltre duecento date sold out in tutto il mondo. Una colossale tournée nella quale “il muro” è stato riproposto integralmente dal vivo per la gioia di milioni di fan che, sulle note di “Another Brick in The Wall”, hanno posato un altro mattone sulla storia del rock.

Jacopo Paoletti