Comics Kids Musica NEWS Psicologia e Sociologia

Andrea Lucisano: La volpe Sophia lancia la sigla della Giornata Mondiale dell’Abbraccio

Uscirà il 6 gennaio prossimo “L’abbraccio”,
la nuova canzone de La volpe Sophia!

La volpe Sophia torna con una nuova fantastica canzone prodotta e composta dal suo autore Andrea Lucisano, filosofo, artista, regista e musicista, che ne ha scritto sia il testo che la musica.

Originale, festoso e gioioso, il brano possiede un energico messaggio poetico ben ricamato su un ritmo caraibico in chiave salsa, con un andamento vivace che farà ballare tutti i bambini nelle scuole che utilizzeranno la canzone come sigla. Verrà, inoltre, intonata durante i prossimi concerti che la volpe Sophia terrà nelle diverse piazze italiane.

Dopo le restrizioni e le chiusure dovute ai trascorsi avvenimenti, proprio per celebrare una nuova rinascita, in tanti sono già pronti per festeggiare la giornata mondiale dell’abbraccio, prevista per sabato 21 gennaio nei calendari di tutto il mondo. Per questa data gli insegnanti di molte scuole si stanno organizzando per realizzare un evento in cui i bambini celebreranno il gesto simbolico dell’abbraccio. L’obiettivo è istituire gratuitamente una campagna nazionale di educazione affettiva per un sano alfabetismo emotivo da donare alle nuove generazioni.

Un fine benefico per il quale la volpe Sophia ed il suo autore Andrea Lucisano si stanno impegnando già dal 2012, anno in cui fu realizzato il primo episodio della serie TV, presentato nei più importanti festival di cinema per ragazzi.

Amata da tutti i bambini e dai loro genitori, e seguita dagli insegnanti, la volpe Sophia è l’unica straordinaria protagonista della prima serie televisiva filosofica prodotta in Italia, composta da 11 episodi in cui il simpatico personaggio dialoga con esseri umani e filosofi (ma anche con un criminale) interrogandosi su importanti questioni di vita quotidiana.

Il primo episodio sulla legalità dal titolo “La volpe Sophia e l’indovinello solare” ha avuto un notevole successo a livello nazionale perché è l’unico prodotto audiovisivo animato filosofico che tratta l’argomento della giustizia spiegata alle nuove generazioni.

Andrea Lucisano ha poi prodotto e realizzato altri 10 episodi in una serie TV con la partecipazione del filosofo Aldo Masullo dal titolo “Dialoghi tra il bosco e la città”.

La volpe Sophia è un progetto animato artistico, multidisciplinare e straordinario che nasce per diffondere messaggi di valore, virtuosi, per migliorare la qualità della vita delle nuove generazioni ed educarle alla bellezza.

LE NOSTRE DOMANDE ALL’AUTORE:

– Buongiorno Andrea, benvenuto sul nostro magazine puoi raccontarci come nasce il progetto de La volpe Sophia? Quando e come ti è venuta l’idea per realizzare questo simpatico personaggio?

Ho avuto l’idea di creare un animale filosofico immaginario, una piccola volpe curiosa chiamata Sophia, per illuminare i bambini con una luce nuova, attraverso una serie di azioni poetiche alla loro portata. Ho inventato questa volpina perché volevo che, con la sua curiosità e la sua voglia di conoscere, potesse comunicare ai bambini e alle nuove generazioni il desiderio di meravigliarsi e di stupirsi per la bellezza della vita. Desideravo, in poche parole, portare luce e speranza alle nuove generazioni.

Sophia, dal greco antico, significa “sapienza”: per questo motivo la volpe Sophia è curiosa e desidera sempre conoscere e sapere. Rappresenta la gioia che sta nella condivisione della scoperta della verità.

La volpe Sophia indaga i temi della vita e le questioni che riguardano grandi ideali, attraverso un’indagine filosofica che la porta a scoprire le ragioni fondamentali, i motivi più profondi, che condivide con i più piccoli e con i loro genitori, favorendo, sostenendo un dialogo intergenerazionale. La potenza della domanda e della ricerca conoscitiva riesce a scardinare dei preconcetti che spesso gli adulti usano per proteggersi dalla scomoda interrogazione filosofica che li costringerebbe a uscire dalla comfort zone mentale per addentrarsi in sentieri scomodi mai tracciati della mente. Ma a pensarci bene, non è per questo motivo che vengono al mondo i bambini? Questi piccoli angeli precipitati da un cielo sconfinato hanno una funzione speciale nel mondo, quella di risvegliare gli animi degli adulti dal torpore del sonno della ragione. E la volpe Sophia rappresenta proprio questo scopo, in un poderoso mix di saggezza e ingenuità, maturità e innocenza. Fatale per molti che la trovano impertinente e insolente con la sua straordinaria spontaneità.

Ho realizzato una serie TV in cui questa protagonista incontra vari personaggi e dialoga con loro su tematiche importanti. Nel primo episodio, che ho realizzato nel 2012, la volpe Sophia incontra casualmente un latitante che, poiché ha rubato i soldi ai cittadini della sua comunità, è costretto a vivere nascosto in un bunker e non può uscire. Il criminale passa le sue giornate a contare i soldi. Ma quando la volpe Sophia dialoga con lui sulla felicità e sul senso della vita, egli è costretto ad ammettere a se stesso che, pur contando milioni di euro al giorno, trascorre la vita di un miserabile. Questo episodio dal titolo “La volpe Sophia e l’indovinello solare” ha avuto molto successo in Italia ed è stato usato dal Ministro dell’Istruzione e dal MIUR in un concorso nazionale per le scuole dell’infanzia.

Successivamente ho realizzato altri 10 episodi che vedono la volpe Sophia protagonista di dialoghi affascinanti con un grande filosofo italiano che si chiamava Aldo Masullo, uno dei più grandi pensatori italiani del 900.

Quando scrivo per la volpe Sophia, come uno scultore che lavora il marmo, scolpisco le parole e i versi fino a ottenere una poetica gioiosa e commovente che i bambini riescono a comprendere. L’obiettivo che mi pongo è certamente quello di elevare gli animi e i cuori verso le vette più alte della poesia filosofica.

Sono un autore ma prima di tutto sono un musicista e per me i testi sono come partiture in cui il suono e il senso vanno a formare le ali di un’aquila che trasporta la platea lontano fino a far vibrare le corde dei sentimenti: così poi nascono le canzoni, che realizzo attraverso un lavoro di combinazione tra la parte musicale e quella letteraria. È un impegno che mi rapisce l’animo ma che fa in modo che io torni spesso vincitore con una nuova canzone originale da fare ascoltare ai bambini, ai loto genitori, alle maestre, agli insegnanti.  La volpe Sophia è infatti molto amata nelle scuole e attraverso la mia associazione La Danza delle Farfalle, di cui sono presidente, realizzo degli spettacoli educativi che incantano e commuovono i bambini e le loro insegnanti.

– Di cosa tratta, invece, questa nuova canzone?

La canzone che ho scritto e che si chiama “L’abbraccio” vuole essere un inno al dono dell’affetto che si realizza concretamente con il gesto simbolico dell’abbraccio. L’arrangiamento latino dà una carica gioiosa al brano che sprigiona una voglia di ballare e di stare assieme. Il testo è poetico e esprime l’importanza anche curativa di scambiarsi amorevolezza perché, come dico nella canzone, “l’abbraccio è un dono che si dà e quanto più lo dai di più lui tornerà”. Con questo brano lancio la sigla della giornata mondiale dell’abbraccio che nei calendari di tutto il mondo è fissata per il 21 gennaio. Ho composto questo brano per donare ai bambini della nostra Nazione un canto comune, un ballo che possa farli sentire parte di una Comunità più grande, per fare in modo di diffondere amicizia e buoni sentimenti anche tra i più piccoli e di conseguenza anche ai loro genitori e parenti.

– Ah… e quali eventi sono in programma per la Giornata Mondiale dell’Abbraccio? E in che modo sarà attiva e presente La volpe Sophia in riferimento a questi eventi?

Molte insegnanti si stanno preparando a far ascoltare e a far imparare ai bambini questa canzone. Alcune stanno progettando dei flashmob, altre la useranno, come hanno già fatto con molte altre mie canzoni composte in precedenza (vedi per esempio “Il Carro Amato” oppure “La Danza delle Farfalle”, nei loro saggi scolastici, con tutti i bambini che compiranno un’azione scenica, in questo caso abbracciandosi e festeggiando la gioia dell’amicizia. Cos’è l’amicizia, infatti, se non uno scambio, un dono reciproco che cresce se nutrito da più parti contemporaneamente? Ecco il senso di questa canzone: l’invito a far conoscere ai bambini il grande valore della RECIPROCITA’. Da Nord a Sud, dalla Lombardia alla Calabria, dalla Toscana alla Sicilia, in più regioni maestre amiche stanno preparando questo evento. Da Palermo all’Isola D’Elba molte scuole saranno unite in questo evento legato alla giornata mondiale dell’abbraccio in cui useranno la canzone della volpe Sophia come sigla.

Si terrò inoltre un concerto dal vivo in cui proprio la volpe Sophia sarà sul palco a cantare le sue canzoni accompagnata dai musicisti ma il luogo è ancora da definire. Vi terrò aggiornati…

Per preordinare il peluche de La volpe Sophia e/o sostenere il progetto:
http://kck.st/3YYj6Jt

Per informazioni sul progetto de La volpe Sophia, è possibile consultare il sito dell’associazione “La Danza delle Farfalle”:
https://www.ladanzadellefarfalle.com/en/cartoni-animati-filosofici/la-volpe-sophia

Per preordinare la canzone:
https://distrokid.com/hyperfollow/lavolpesophia/labbraccio-2