Under, tuffi nel vuoto – Il Quorum
VIDEO

Under, tuffi nel vuoto

Il debutto alla regia di un cortometraggio di Kevin Frilet. Under, è una danza emozionale dentro l’acqua

Per il suo debutto alla regia di un cortometraggio, Kevin Frilet ha voluto sin da subito cimentarsi con qualcosa di tecnicamente difficile. Ha chiamato a raccolta e fatto immergere in una piscina della periferia di Parigi, amici, parenti e conoscenti di età compresa tra 7 e 77 anni, la maggior parte dei quali non avevano mai fatto immersioni prima.

Volevo realizzare un universo come il deserto bianco nel film THX 1138 L’uomo che fuggì dal futuro di George Lucas, ma senza confini“.

Il risultato finale è un video straordinario e emozionale, prodotto con un budget molto contenuto.

“Era mio desiderio creare un universo liquido, dove il tempo è sospeso, lo spazio infinito e la profondità sconosciuta, racconta Friletche prima di questo cortometraggio è stato assistente alla regia in Inception di Christopher Nolan e in Lucy di Luc Besson.

Frilet ha scelto per la colonna sonora le musiche di Valentin Stip, che ha saputo ricreare dei suoni che ben si fondono con i corpi i movimenti ripresi dentro l’acqua:

Conoscevo già l’universo musicale di Valentin e il suo album Sigh è stata una vera fonte di ispirazione per la pellicola.
Avevo bisogno di un suono che potesse esprimere una sorta di vertigine, da cui, a volte, l’eco del vuoto può essere ascoltato”.

Matthew Baley