Come arredare un piccolo ufficio casalingo con tante idee – Il Quorum
NEWS

Come arredare un piccolo ufficio casalingo con tante idee

Mobili per ufficio moderni caratterizzati da un design unico ed esclusivo, con l’utilizzo di materiali duraturi e pregiati…

Con l’avvento di internet e la rivoluzione del lavoro, molte attività professionali possono essere svolte oggigiorno da casa, con la necessità per molti professionisti di dover impiantare un piccolo ufficio o zona ufficio nel proprio appartamento.

Proprio per questa ragione, molte aziende del settore hanno iniziato a sviluppare soluzioni di design apposite con mobili per ufficio moderni: dalle scrivanie alle sedie, dalle poltrone agli armadi, dalle librerie alle pareti divisorie, nonché degli specifici complementi d’arredo, che possono aiutarci nella ergonomia dello spazio lavorativo, mantenendo altissimi standard di comfort e funzionalità.

Perché l’ufficio, si sa… è uno dei biglietti da visita più importanti per presentarci ai nostri clienti, e quindi solamente attraverso l’arredamento giusto possiamo trasmettere affidabilità e senso della professione. Questo spazio deve essere, pertanto, sia bello esteticamente sia molto accogliente.

Tra gli oggetti che possono arredare sia la nostra casa che la zona ufficio c’è ad esempio il Divano a 3 Posti CHESTER, dal design classico ed elegante, che ben si adatta ad entrambe le soluzioni, qualora dovessimo ricevere degli ospiti oppure dei clienti.

Da non dimenticare, poi, l’importanza delle sedie, che oltre ad essere robuste, devono essere ergonomiche e funzionali per chi deve lavorare, magari ore ed ore davanti al computer. Il tutto senza mai rinunciare al lato estetico.

Una buona sedia da lavoro deve essere in grado di adattarsi al nostro corpo e mantenere la nostra postura corretta, consentendo a braccia, polsi, collo e zona lombare di scaricare energia e rilassarsi, evitando quei sovraccarichi che possono portare all’insorgere di disturbi muscolari e scheletrici quali ad esempio: mal di schiena, dolori alle spalle, lombalgie, tendiniti, ecc…

Altri fattori essenziali sono poi l’illuminazione e la divisione degli spazi, soprattutto nel caso di ambienti molto piccoli.

L’illuminazione in un ambiente professionale non è solo una questione estetica, ma è importantissima per la salute e poter trascorrere le ore lavorative con serenità, come recita anche  la normativa Inail (Dlgs 81/08): “Per quanto riguarda l’illuminazione, si richiede che essa sia sufficiente e che fornisca un contrasto adeguato, in relazione ai compiti da svolgere e alle caratteristiche dell’operatore. Inoltre la postazione di lavoro deve essere disposta rispetto alle fonti di luce, sia naturali che artificiali, in modo tale da evitare riflessi, abbagliamenti o eccessivi contrasti di luminanza”.

Pertanto il consiglio è sempre quello di prediligere una luce naturale rispetto a fonti artificiali che possono affaticare gli occhi e far perdere la concentrazione sul lavoro. Magari avvicinando la nostra scrivania ad una fonte di luce come una finestra.

Mentre, riguardo agli spazi se nel nostro piccolo ufficio casalingo non disponiamo di metratura a sufficienza è possibile pensare a disposizioni verticali in grado di sviluppare in altezza il nostro ambiente di lavoro, con pareti divisorie, scrivanie e mensole concepite apposta per organizzare al meglio ogni possibile anfratto… facendo, ovviamente, attenzione a non esagerare sovraccaricando l’area con troppi elementi, che rischiano di soffocare lo spazio e rendere la nostra stanza simile a quella degli hikikomori.

Infinite soluzioni, dunque, perché oggi grazie a tante aziende di design, possiamo rendere molto confortevole anche un piccolo ufficio ben organizzandolo dentro il nostro appartamento, così da poterci dividere facilmente tra casa e lavoro senza alcun problema.