Cosa succede al cervello se ci lamentiamo in continuazione e se abbiamo pensieri negativi – Il Quorum
NEWS Scienza

Cosa succede al cervello se ci lamentiamo in continuazione e se abbiamo pensieri negativi

Secondo la scienza, lamentarsi continuamente è tra i comportamenti più deleteri per la nostra salute e porterebbe ad una modificazione strutturale dannosa per il cervello…

Lo psichiatra Norman Doidge ha dichiarato: “il pensiero è in grado di modificare la struttura del cervello. Ho visto persone ristrutturare il cervello con i propri pensieri”.

Il cervello umano sarebbe, infatti, in grado di auto-modellarsi e modificare la propria struttura in base ai pensieri e la neuroplasticità è il termine utilizzato per descrivere questo processo di modificazione del cervello durate la vita di una persona.

Grazie alla neuroplasticità, è possibile: aumentare il proprio quoziente intellettivo, acquisire nuove e diverse abilità, nonché recuperare danni subiti dal cervello.

Secondo lo stesso studio condotto dal Dott. Doidge lamentarsi continuamente è tra i comportamenti più deleteri per la nostra salute e porterebbe ad una modificazione strutturale dannosa per il cervello.

Mentre lo studioso Rick Hanson, ha sottolineato le conseguenze dell’avere ossessivamente pensieri negativi e disfattisti:

“Gli stimoli negativi producono più attività neuronale di quelli ugualmente intensivi positivi. Sono anche percepiti più facilmente e rapidamente. La ripetizione è la madre di tutto l’apprendimento. Quando ci concentriamo ripetutamente sul negativo lamentandoci, stiamo attivando e rilanciando i neuroni responsabili della negatività. Stiamo portando il nostro comportamento negativo verso la ripetizione. Dobbiamo, quindi, prendere provvedimenti concreti per contrastare i pensieri negativi”.

Anche, Michael Merzenich, tra i neuroscienziati più famoso al mondo, ha dimostrato la diretta relazione che intercorre tra i nostri pensieri e i cambiamenti strutturali del cervello.

Le abitudini negative peggiorano le funzionalità del cervello, mentre quelle positive le migliorano.

La ricerca ha dimostrato, inoltre, che la meditazione può aiutare la persona a combattere la negatività, e trovare dentro di sé il giusto relax per rigenerare il cervello, con pochi minuti di pratica meditativa.