Tarantino conferma: tutti i personaggi dei suoi film sono collegati tra loro – Il Quorum
Cinema ENTERTAINMENT NEWS

Tarantino conferma: tutti i personaggi dei suoi film sono collegati tra loro

La dimostrazione più evidente della logica di Tarantino è il legame tra Pulp Fiction e Kill Bill…

Si è sempre sospettato che l’opera di Quentin Tarantino fosse parte di un unico grande sistema interconnesso; un universo coerente, in cui i suoi personaggi sono tutti, con vari gradi di prossimità, legati.

I più famosi fratelli di questo universo sono la Iena Vic Vega (Michael Madsen) e Vincent Vega (John Travolta) in Pulp Fiction. Abbiamo, poi, Lee Donowitz in True Romance, che è il figlio di Donny Donowitz, incarnato da Eli Roth in Bastardi Senza Gloria.

Un po’ più difficile è seguire il filo di altri dettagli… ma se analizziamo bene le pellicole lega il gruppo il fatto di fumare tutti la marca immaginaria di sigarette “Red Apple”.

Ma le osservazioni di cui sopra sono state fatte senza l’aiuto del regista, che solamente in questi giorni ha finalmente confermato l’esistenza di una tale connessione.

Tarantino ha spiegato:

Vi sono in realtà due universi separati. C’è l’universo reale e tutti i personaggi abitano quello. Ma poi c’è questo universo cinematografico.
Quindi… Dal Tramonto all’Alba, Kill Bill, tutti prendono posto in questo universo cinematografico speciale. Così, quando tutti i personaggi delle Iene o di Pulp Fiction, quando vanno al cinema, Kill Bill è quello che vanno a vedere. Dal Tramonto all’Alba è ciò che vedono.

La dimostrazione più evidente della logica di Tarantino è il legame tra Pulp Fiction e Kill Bill. Durante la scena in cui, Uma Thurman è a cena con John Travolta e descrive il suo ruolo nel pilot della serie di Fox Force Five la sua spiegazione include caratteristiche che corrispondono esattamente a quelli visti in Kill Bill circa nove anni più tardi, nel 2003.

Nella stessa intervista, Quentin Tarantino ha anche rivelato che The Hateful Eight include un membro segreto della famiglia che fa parte del mondo “reale”.

Sottolinea il regista: “Se sei un fan del mio lavoro e hai familiarità con esso devi essere un po’ detective”

Fatto? Bene, ecco un altro suggerimento:

“L’unico altro indizio che posso dare … è che l’attore è stato originariamente lanciato come quel personaggio in un altro film…”

Nel 2008, con la sceneggiatura pronta, Quentin Tarantino alla ricerca di attori per recitare nel film di prossima uscita, Bastardi Senza Gloria. Per ruolo di primo piano, il colonnello Hans Landa, aveva pensato a Tim Roth, ma anche Michael Fassbender.
Tim Roth dovette rifiutare il ruolo a causa di impegni per le riprese della serie Lie To Me. Allo stesso modo, Michael Fassbender optò per un altro ruolo di Archie Hicox. Mentre per rappresentare il colonello venne scelto Christoph Waltz.

Volendo riassumere, il collegamento è questo: il tenente Archie Hicox (Fassbender in Bastardi Senza Gloria) condivide lo stesso nome di Oswaldo Mobray, Tim Roth in The Hateful Eight, noto come “Pete Hicox”.

In un’intervista recente, Tim Roth ha confermato che il suo personaggio è il bis-bis-bis nonno di Archie Hicox.

Buona ricerca…

Fonte: Konbini