Arte Eventi NEWS

La Street Art a Torino

Il Prix Italia racconta l’arte di strada

Il Prix Italia racconta la Street Art. Lo fa con un approfondimento, dedicato al rapporto tra il Web e questa forma di linguaggio “urbano”, tra Torino e l’Europa.

Punto di partenza, il lavoro di cinque studenti e neolaureati dell’Università di Torino che hanno raccontato – in un reportage multimediale – l’evoluzione della Street Art a partire dagli anni Ottanta.

Realizzato con il Laboratorio Multimediale Guido Quazza dell’Università di Torino (in collaborazione con la Città di Torino – Direzione Centrale Cultura, Educazione e Gioventù e grazie al contributo della Compagnia di San Paolo) il lavoro degli studenti è una sorta di “work in progress” visivo in cui gli artisti intervistati mostrano e spiegano le loro opere, consigliano i lavori migliori dei colleghi, rievocano fatti, emozioni ed esperienze. Emerge così una prima mappa geografica e cronologica della Street Art torinese, che rimarrà aperta a nuovi contributi e integrazioni.

Nessuno degli autori (Edoardo Bechis, Gea Bianco, Arianna Cioli, Elena Menin, Gabriele Zola) – coordinati dal Dott. Nello Rassu (Laboratorio Multimediale Guido Quazza, Centro di Ricerca CINEDUMEDIA) – è esperto di Street Art, o critico, o artista lui stesso: per questo l’approccio è di tipo narrativo e il reportage è completato da testi di sintesi, fotografie, materiali d’archivio, anche sul suo impatto sociale, attraverso interviste sul sito www.streetart.prixitalia.rai.it, brevi clip, materiale fotografico e schede di presentazione dei testimoni.

Il Prix Italia ha prodotto questa indagine sulla Street Art concentrandosi sul caso Torino, anche per sottolineare il legame profondo che lo unisce alla città. Ma l’intenzione è di estendere il racconto ad altre città italiane ed europee.

Il progetto vuole, però, esplorare anche le possibilità narrative e le connessioni tra Web e la Street Art, con un progetto concreto che possa stimolare altre iniziative da parte dei broadcaster membri del Prix. L’home page del progetto sul sito del Prix Italia, sul quale si vede il reportage sulla storia della Street Art torinese, presenta in esclusiva un’opera di Xel, uno dei più noti Street Art torinesi ed è stata creata appositamente dall’artista per il Prix Italia. L’opera è stata inaugurata e firmata dall’autore durante la conferenza stampa del Prix Italia del 18 settembre a Torino. Da quel giorno si trova esposta nel Prix Italia Village, sito in Via Verdi 14.

L’artista spiega che: “L’opera si compone di due parti. Nella prima, la città: Torino, rappresentata con il tratto tipico che caratterizza il mio lavoro, e dove oltre a elementi urbani come casette, ciminiere, strade e palazzi, si aggiungono due simboli riconoscibili come la Mole Antonelliana al centro, e le Porte Palatine in basso ai lati. La seconda parte invece è costituita da elementi urbani che galleggiano a mezz’aria su delle nuvole. Nel contesto del sito web, è arricchita da date e icone cliccabili che rimandano a contributi video, e la rendono quindi una vera e propria timeline”.

Massimo Lanzaro