Archeologia

Una nuova grande Stonehenge

Questo nuovo sito risale a un periodo precedente la costruzione del più famoso sito neolitico dell’Inghilterra e potrebbe essere stato edificato circa 4500 anni fa

Di recente è avvenuto un ritrovamento epocale nel cuore dell’Inghilterra. Un nuovo sito neolitico è stato scoperto a Durrington Walls, a soli 3 km da Stonehenge.

A circa 90 cm sotto terra si trovano infatti numerosi monoliti alti tra i quattro e i cinque metri, disposti verticalmente a comporre un grande semicerchio. Rispetto a quello di Stonehenge questo recinto risulta essere addirittura più grande visto che sono stati contati un centinaio di megaliti contro i sessanta che andavano a comporre il cerchio esterno del sito più noto. Secondo gli studiosi, inoltre, inizialmente i megaliti che componevano l’arena di Durrington Walls erano di più, forse duecento, ma ne sarebbero stati tolti molti per essere usati in altri siti, probabilmente anche per erigere lo stesso monumento di Stonehenge, in un periodo quindi posteriore.

Le grandi pietre si trovano sotto l’attuale livello di calpestio e sono state scoperte grazie a speciali georadar e precisi strumenti magnetici, quali i magnetometri, usati per rilevare anomalie del campo magnetico terrestre causate dalla presenza di strutture artificiali.

Questo nuovo sito risale dunque a un periodo precedente la costruzione del più famoso sito neolitico dell’Inghilterra e potrebbe essere stato edificato circa 4500 anni fa.

Tale monumento aveva quasi sicuramente una funzione rituale e probabilmente vi avvenivano cerimonie legate ai solstizi come presso la vicina Stonehenge.

Cinzia Colantoni