NEWS Wellness

L’assunzione di caffè può ridurre l’incidenza del cancro

Uno studio portato avanti dalle Università di Southampton e di Edimburgo rivela i benefici della bevanda nella prevenzione e cura del cancro

Il regolare consumo di caffè può ridurre l’incidenza di tumore al fegato, lo rivela un nuovo studio. I ricercatori hanno scoperto che le persone che bevono più caffè hanno meno probabilità di sviluppare il cancro epatocellulare (HCC), la forma più comune di cancro al fegato primario – e l’effetto è stato riscontrato, anche, con l’assunzione di caffè decaffeinato.

Gli esperti dell’Università di Southampton e dell’Università di Edimburgo hanno esaminato i dati provenienti da 26 studi che hanno coinvolto più di 2,25 milioni di partecipanti.  

Rispetto alle persone che non bevevano caffè, coloro che bevevano una tazza al giorno avevano un rischio di sviluppare HCC inferiore del 20%.

Coloro che consumavano due tazze al giorno avevano un rischio ridotto del 35% e per coloro che bevevano cinque tazze, il rischio era dimezzato.

Lo studio rivela, inoltre, che l’effetto protettivo per la decaffeinato è più contenuto, ma comunque esiste.

Gli autori della ricerca hanno dichiarato: “Potrebbe trattarsi di un’importante scoperta che porterebbe a coinvolgere il caffè come intervento nello stile di vita per curare malattie epatiche croniche. Il caffè decaffeinato potrebbe, poi, essere più accettabile per coloro che non bevono caffè o che limitano il consumo di caffè a causa dei sintomi correlati alla caffeina”.

Il Dottor Oliver Kennedy, dell’Università di Southampton, ha inoltre sottolineato: “Il caffè possiede una gamma di benefici per la salute e questi ultimi risultati suggeriscono che potrebbe avere un effetto significativo sul rischio di cancro al fegato. Non stiamo suggerendo che tutti dovrebbero iniziare a bere cinque tazze di caffè al giorno – e ci deve essere una maggiore indagine sui potenziali danneggiamenti che potrebbe causare l’alta assunzione di caffè-caffeina – tuttavia, i nostri risultati sono importanti data la crescente evidenza di HCC a livello mondiale e la sua prognosi scadente”.

Il professor Peter Hayes, dell’Università di Edimburgo, ha aggiunto: “Abbiamo dimostrato che il caffè riduce la cirrosi e anche il cancro al fegato in modo dipendente dalla dose. Il caffè è stato segnalato anche per ridurre il rischio di morte per molte altre cause. La nostra ricerca aggiunge l’evidenza che il caffè può essere una meravigliosa medicina naturale”.