Archeologia

La Domus Aurea torna a brillare

Sarà riaperto a breve uno dei luoghi più affascinanti e misteriosi dell’antica Roma

Entro fine mese avremo la possibilità di ammirare uno dei luoghi più affascinanti e misteriosi dell’antica Roma.

La Domus Aurea, la grandiosa ed esagerata dimora di uno degli imperatori più controversi di tutti i tempi, sarà a breve visitabile. Nerone la fece costruire dopo il celebre incendio, nel quadriennio tra il 64 e il 68 d.C.

La villa urbana (della quale la maggior parte dei rivestimenti era in oro colato da cui derivò l’appellativo aurea) si estendeva per 250 ettari andando a occupare ben tre colli: Oppio, Celio e Palatino. Dopo la morte di Nerone, il terreno della Domus Aurea venne “restituito al popolo romano” dagli imperatori successivi e subì saccheggi e distruzioni. Ovviamente quella che noi chiamiamo Domus Aurea  è una piccola porzione dell’immane complesso originario. È una zona di rappresentanza sul colle Oppio, un insieme di saloni per ricevimenti, forse utilizzata solo per cerimonie, eventi, incontri. Fu riscoperta nel Quattrocento, divenne sito patrimonio dell’Unesco dal 1980 e venne chiusa dal 2005 per pericoli di crolli e cedimenti strutturali (l’ultimo nel 2010).

I restauri che stanno per restituircela in ogni caso continueranno fino al 2018 (quando il sito sarà apprezzabile nella sua interezza), pertanto le visite saranno a numero chiuso, su prenotazione e previste solamente durante i weekend. Il pubblico non solo potrà arrivare fino all’Aula Ottagona, capolavoro mozzafiato di architettura, ma potrà esplorare per la prima volta alcune delle sale nel settore ovest della domus, sempre rimasto precluso, anche all’epoca della sua ultima apertura nel 1999.

Per quanto riguarda la data esatta della riapertura, questo è quello che afferma, la soprintendente dei Beni Archeologici di Roma, Maria Rosaria Barbera in occasione della presentazione del raddoppio del parco della via Latina: “Ci stiamo lavorando, non c’è ancora una data precisa, anche perché sono annunciati scioperi generali, ma la Domus Aurea, dove sono in corso lavori di ristrutturazione, sarà aperta entro fine ottobre, come annunciato”.

Un’occasione unica quindi, in cui non solo si potrà apprezzare la meravigliosa reggia d’oro di Nerone, ma anche scrutare in diretta il suo salvataggio.

Cinzia Colantoni