Travel & Food

In bicicletta nel fine settimana? Sì, in Salento tra luminarie maestose

Estate 2016, tempo di mare e di passeggiate in bicicletta: perché non approfittare di alcuni percorsi ciclabili? Ecco cosa succede questo fine settimana in Salento.

BICICLETTA, TRADIZIONE E NATURA – Se nel fine settimana la vostra meta è il Salento, oltre alle splendide spiagge della Puglia vi consigliamo di non perdere questa gita nel verde organizzata dai ragazzi del Laboratorio Mobilità di San Cassiano e dal Parco Paduli, di cui abbiamo parlato qui.

PARTENZA
– Sabato pomeriggio 9 luglio, ci si incontra presso il Centro servizi Parco Paduli Laboratorio Mobilità, via della Vittoria n°151, San Cassiano (Le). Coordinate google maps 40.054175, 18.328504 e si parte per un’escursione dai Paduli a Scorrano, tra le “parazioni” maestose per Santa Domenica. Si parte da San Cassiano, si costeggia il boschetto Maramonte, traccia dell’antico e rigoglioso Bosco Belvedere e ci si immerge nella campagna olivetata del Parco. Stradine sinuose, muretti a secco e piante spontanee conducono all’Uliveto Pubblico del Parco Paduli.

Qui, i “nidi d’artista”, rifugi biodegradabili legati all’abitare sostenibile, sono realizzati con materiali di scarto dell’agricoltura e rappresentano un’ esperienza di land art emozionante e suggestiva, uno dei tanti tasselli della “multifunzionalità agricola” sperimentata nel Parco dall’associazione Abitare i Paduli, che ruota attorno alla produzione dell’olio extravergine di oliva “Terre dei Paduli” dal recupero di uliveti in stato di abbandono nel Parco.

L’ITINERARIO – L’itinerario riprende e si percorre un tratto dell’antica via dei pellegrini, che conduceva al santuario mariano di Leuca e che lambisce la piccola chiesa rurale di Santa Maria di Specchiulla. Tra pascoli e orti si raggiunge Scorrano, “parato” a festa per Santa Domenica. Maestose luminarie, imponenti architetture di luci, ogni anno, affascinano i visitatori e rappresentano una dimostrazione fastosa della devozione per la santa di Tropea.
Tra le bancarelle dei mercanti, l’odore della “cupeta” e la frizzante aria di festa, si percorre il centro storico, la cui struttura segue ancora l’antico impianto di borgo fortificato.
Tra i vicoli del paese, si passa davanti all’ex convento dei francescani, la chiesa matrice e il palazzo storico dei Frisari (oggi dei Guarini), e si attraversa la piazza con la torre dell’orologio. Nel cuore del centro, inaspettatamente, la “casa dei preti” si apre con i suoi preziosi dipinti murali, realizzati tra i secc. XVI – XVIII. Lasciato il paese alle spalle, si pedala nuovamente verso la campagna dei Paduli, per ritornare al Laboratorio Mobilità, punto di partenza.

Durante il percorso sono previste delle soste per il racconto dei luoghi e delle attività di Abitare i Paduli.

INFO

Lunghezza percorso – 18 km circa.
Difficoltà – facile
Durata escursione – 3 / 3 ore e mezza circa.
Possibilità di affitto bici.
Si richiede cortese puntualità.
Le bici sono provviste di luci, tuttavia si consiglia di portare una ulteriore torcia.

Consigli: abbigliamento e scarpe comode, acqua e antizanzare.

Utilizziamo i cookie per personalizzare la tua esperienza utente e raccogliere dati statistici sulla navigazione del sito. Continuando ad utilizzare questo sito web acconsenti ad utilizzare i cookie. Maggiori Informazioni | Accetto