Musica

Arrivano i Saint Motel

Il 12 marzo in Italia a Roma, con “My Type” singolo al vertice delle classiche mondiali

Tutti parlano di loro, il singolo “My Type” è il pezzo del momento e finalmente, tra qualche mese, potremo apprezzarli dal vivo in Italia e a Roma, il 12 marzo all’Orion!

Dopo aver conquistato l’Inghilterra, nel nostro paese “My Type” è ai vertici delle classifiche dei brani più programmati dalle radio e dei più venduti su iTunes, è sigla del programma tv “Quelli che il calcio” e, con le sue sonorità sembra uscita direttamente dalla colonna sonora di un film anni ’70, è chiaro che il brano stia rapidamente evolvendosi in un fenomeno di costume.

Il Guardian li ha definiti “New band of the Day” ed ha scritto di loro: «Impossibile non notarli! La loro musica a cavallo tra ritmi caraibici, sapori tropicali e musica lounge travolge tutti istantaneamente».

“My Type” è anche il titolo del loro nuovo album in uscita, un Ep creato appositamente per l’Italia, che contiene 6 tracce a prezzo speciale per far conoscere il mondo dei Saint Motel.

I SAINT MOTEL sono di Los Angeles e sono composti da A/J Jackson (cantante), Aaron Sharp (chitarra), Dak (basso) e Greg Erwin (batteria). I 4 si sono conosciuti in una scuola cinematografica in California e hanno debuttato nel 2009 esibendosi nei posti più strani, da una festa in mutande in un magazzino, al retro di un camion, a un party di San Valentino dove gli ospiti erano ricoperti di sangue e vestiti da mummie. Hanno così suonato in tutti gli Stati Uniti fino ad aprire i concerti degli Arctic Monkeys e degli Imagine Dragons.

Il loro album di debutto “Voyeur” del 2012 – che conteneva “Ace In The Hole”, arrivata al #1 in Hype Machine – è stato celebrato da tutti i media, dal The Washington Post a Daytrotter per la capacità di miscelare e spaziare dal dream-pop all’indie prog.

Sul Washington Post si legge: «Riescono a dare colore al miglior pop-glam britannico come solo una band di Los Angeles può fare, i Saint Motel sono in grado di rendere la musica chic e vivace condendola con note di ironica cattiveria».

IL VIDEO